Seychelles La Digue

Seychelles, La Digue: dove il tempo scorre lentamente…

Anse Source d'Argent
Tipica spiaggia delle Seychelles con massi di granito

Ultima tappa del nostro viaggio alle Seychelles, La Digue è ancora un’isola poco turistica, nonostante sia ormai conosciuta, rispetto a Mahè e a Praslin. Adatta agli amanti della natura, che desiderano cercare la propria baia isolata dove prendere il sole, fare lunghe passeggiate in bicicletta e apprezzano lo scorrere lento del tempo.

Ecco, qui sembra si sia fermato, non solo come spesso capita in molti paesi caldi e tropicali, ma anche perchè le strade asfaltate sono solo un paio principali e non girano praticamente automobili sull’isola: ci si muove quindi affittando una bicicletta e godendosi i panorami, oppure con i loro taxi, che sono dei semplici e simpatici carri trainati da buoi. Non solo: la sera se si vuole uscire dall’hotel, è d’obbligo munirsi di torcia elettrica perchè le strade non sono illuminate. Veramente un viaggio unico, per chi ama la natura.

La Digue
Il tipico mezzo di trasporto utilizzato a La Digue

La cittadina principale è La Passe, dove sbarchiamo col traghetto arrivando da Praslin (bellissimo l’arrivo, dove il personale dell’hotel ci attende con un trenino elettrico in stile parco dei divertimenti, con tanto di musichette allegre tropicali).

L’assonnata cittadina offre qualche negozietto, ristorantini e locali, e la possibilità di prenotare escursioni in catamarano. E’ un piacere godersi le ore senza fretta, sembra di essere tornati indietro nel tempo: questa è proprio una vacanza! Consiglio come abbiamo fatto noi, di visitare le tre isole in questo ordine, da Mahè, la più grande e principale, a Praslin, stupenda e accogliente, fino a La Digue, in modo da poter proprio vivere la sensazione di allontanarsi da tutto.

Seychelles La Digue
Per le strade di La Passe

Il viaggio dall’Italia non è breve, facciamo scalo in Etiopia ad Addis Abeba (circa 8 ore, noi da Milano facciamo anche una sosta di un’oretta a Roma), più il volo fino a Mahè (circa 4 ore e mezza). Contando che invece per il ritorno, partiamo da La Digue, si aggiungono i 10 minuti di traghetto per tornare indietro a Praslin e prendere il piccolo volo interno fino a Mahè (15 minuti di volo).

Volendo si può utilizzare il traghetto che in un’ora collega Praslin a Mahè, ma il mare è spesso mosso: noi preferiamo pagare un pochino di più e prendere sempre i voli interni. All’aeroporto ritroviamo alcune persone conosciute sull’isola che ci confermano il viaggio da incubo in mare. Partiamo a maggio 2015 e il tempo si rivelerà favorevole, anche se l’arcipelago è soggetto tutto l’anno a qualche breve acquazzone (il periodo più piovoso dovrebbe essere tra gennaio e marzo). Organizziamo con My Seychelles scegliendo voli, hotel e trasferimenti, per il resto ci muoviamo indipendentemente sulle isole.

Seychelles La Digue
In giro per La Digue

Diverse sono le spiagge da raggiungere in bici o a piedi tramite sentieri, le più belle Grand Anse, Petit Anse, Anse Cocos, Anse Marron, Anse Patates, Anse Sévère… ma quella che mi è rimasta nel cuore è la più famosa non solo dell’arcipelago delle Seychelles, ma tra quelle considerate più fotografate al mondo: Anse Source d’Argent.

Se si immagina una spiaggia da cartolina, qui il sogno diventa realtà: poco balneabile per via del continuo gioco di maree, ma proprio per questo offre uno spettacolo meraviglioso di colori, oltre agli stupendi massi granitici che rappresentano l’immagine che si ha delle Seychelles, facilmente distinguibile da tutti gli altri paradisi di mare esistenti. Non ci si può confondere con Caraibi, Maldive o Polinesia.

Seychelles La Digue
Anse Source d’Argent
Seychelles La Digue
La spettacolare spiaggia di Anse Source d’Argent

Si accede alla spiaggia pagando una tassa di entrata valida per tutta la giornata, poichè si trova all’interno dell’Union Estate, un’antica piantagione di palme da cocco, oggi gestita come un parco a tema, con tanto di dimostrazioni di estrazione dell’olio della copra (la polpa della noce di cocco essiccata) e tartarughe giganti.

Una volta entrati nella spiaggia, conviene proseguire a piedi sia per vedere i giochi d’acqua che si formano tra le diverse formazioni rocciose, sia per evitare la maggior parte della gente che si ferma all’inizio, sia per giungere ad un simpatico bar sulla spiaggia che offre frullati di frutta fresca!

Seychelles La Digue Anse Source d'Argent
Il luogo si presta a foto spettacolari…

Oltre alle spiagge, ci sono diversi sentieri percorribili nell’isola, alcuni portano alle spiagge più nascoste (come la splendida Anse Marron, raggiungibile solo a piedi),altri al punto più alto di La Digue, da dove si gode un panorama mozzafiato: il Nid d’Aigle.

Seychelles La Digue
Le mitiche tartarughe giganti delle Seychelles

Per la prima volta non soggiorniamo in riva al mare, ma in un semplice hotel con villette private a disposizione: Villa Veuve. Costruito all’interno della Riserva Veuve, dove vivono gli ultimi esemplari al mondo di pigliamosche del paradiso, uccellini che i locali chiamano vedova (veuve).

Ogni tanto nella veranda della nostra casetta, abbiamo avuto il privilegio di vedere alcuni di questi particolari uccellini con la lunga coda a due punte nere, oltre ai soliti gechi che ci hanno tenuto compagnia per tutte le due settimane, e a uno spettacolo stupendo: ogni sera al tramonto, centinaia di pipistrelli frugiveri volavano sulla nostra testa. Per me una delle esperienze più belle. Aspettavo quel momento prima di cena, per sedermi nel silenzio totale e godermi solo i suoni della natura.

Seychelles La Digue
La Veuve

Per mangiare le specialità tipiche, possiamo consigliare il Gala Takeaway, dove con pochi spiccioli potrete mangiare un pasto veloce circondati dagli studenti e dagli abitanti locali. Al Moonlight Beach Villa siamo riusciti dopo giorni di ricerche a prenotare ed assaggiare uno dei piatti tipici delle Seychelles: il civet de chauve souris, carne di pipistrello al curry. Il Fish Trap ha catturato la nostra attenzione per l’ottima posizione sul mare e l’aspetto tropicale. Molti altri avremmo voluto provarne, ma per quanto ci si fermi in un posto, il tempo non è mai abbastanza.

Seychelles La Digue
Pranzo con carne di pipistrello

Per chi non ama sperimentare in cucina, le Seychelles sono comunque il luogo giusto: frutta e pesce freschissimi, e ampia scelta di ristoranti di lusso. I prezzi sono molto alti, ma volendo si può risparmiare andando ogni tanto nei takeaway dove si mangia semplice ma ottimo cibo locale.

Abbiamo mangiato molto bene anche al buffet del nostro hotel, ci resterà impressa la gustosissima carne di squalo. Per non parlare delle merende a metà mattinate alla piccola pasticceria locale Bakery vicino al molo di La Passe! Andateci presto per gustare le leccornie che spariscono col passare delle ore e il gelato alla vaniglia! Se volete consigli più approfonditi su cosa e come mangiare alle Seychelles, ecco l’articolo che fa per voi.

Come a Praslin, prenotiamo una bella giornata in barca per visitare le isole circostanti e decidiamo di concedercela privatamente, in modo da festeggiare il nostro quinto anniversario di nozze nel migliore dei modi, con un pranzo barbecue su un’isoletta da soli con il cuoco. Andiamo a Félicité. Grande Soeur e la fiabesca Ile Cocos, godendoci qualche bagno in queste acque cristalline e un po’ di snorkeling, tra pesci e tartarughe marine.

Seychelles La Digue
In barca a Ile Cocos
Seychelles La Digue
Incontri leggendari per me che sono un’amante delle tartarughe…

Anche questo viaggio giunge al termine, un altro luogo da sogno che quasi non riesco a credere di aver già visto e portare nel cuore. Mi capita spesso infatti di avere delle mete in mente e passano anni senza che io le veda, e altri viaggi che penso farò chissà quando, riuscire a organizzarli prima in base all’istinto del momento. Festeggiare un anniversario di matrimonio in questo stupendo arcipelago è un ricordo molto bello che porterò sempre con me.

Seychelles La Digue
L’imponenza della natura delle Seychelles
Seychelles La Digue
Scorci a La Digue

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.