Creta

Innamorarsi della Grecia… Creta

Era tanto tempo che volevo andare in Grecia, mi aveva sempre attirato e amando il mare del nostro Meridione essendo andata parecchie volte in Puglia, e sentendo dire anche dagli stessi abitanti del Sud che la Grecia si avvicinava al nostro mare, finalmente nel settembre 2009 prenoto con il mio ragazzo e scelgo l’isola più grande: Creta. La Grecia è uno degli stati che amo di più in Europa, dove tornerei ogni anno cambiando isola per poterla vedere tutta. La amo per il mare, come amo i Caraibi, ma della Grecia apprezzo molto anche i panorami, le chiesette bianche e blu tipiche delle Cicladi, la buona cucina e la popolazione un po’ schiva ma sempre accogliente.

Creta
Io amo il mare! Qui sono a Elafonissi

Nel mese di settembre, il clima è perfetto, caldo di giorno e fresco la sera e non ci sono troppi turisti. Appena arrivati siamo subito andati a visitare la cittadina di Chania, che dicono sia la più bella di Creta e io me ne sono innamorata. La visitiamo, girando per le stradine del centro storico con tanti bei palazzi veneziani e turchi e arrivando al suo porto, il più bello dell’isola, spingendosi fino al faro da dove si gode una vista bellissima della città. Forse è proprio qui che mi sono innamorata della Grecia, già il primo giorno. Torneremo altre volte a Chania, anche di sera per cenare e passeggiare, ne rimaniamo molto colpiti. Una sera andiamo a cena nel ristorante Tholos, molto bello con i tavolini su terrazze panoramiche e riceverò un altro bell’anello di fidanzamento dal mio ragazzo, non me lo aspettavo ma è uno dei più bei ricordi della mia vita! L’anno dopo infatti era fissata la data delle nozze.

Creta
Bellissima serata da Tholos
Creta
Vista della città dal faro
Creta
Chania e il suo faro

Altra cittadina che visitiamo, sempre con grandi simboli veneziani come i palazzi e la fontana Morosini con i leoni, è Iraklio, la città più importante di Creta, con il Museo archeologico tra i più celebri della Grecia. Anche qui è bello godersi le stradine della città passeggiando, prendo una pannocchia di mais arrosto in uno dei chioschi e poi ci fermiamo in uno dei tipici caffè cretesi. Altro simbolo veneziano a Iraklio è il Castello a Mare, che domina sul mare. Dopo pranzo, proseguiamo con la visita del sito archeologico di Cnosso, il più importante palazzo minoico, imperdibile anche se quasi completamente ricostruito. Secondo la leggenda era la sede del re Minosse e sotto al suo palazzo ci sarebbe stato il labirinto con il Minotauro che dava la caccia alle sue vittime. Altro sito di importanza rilevante è Festo, sede di due palazzi di epoca minoica.

Creta
La fontana Morosini a Iraklio
Creta
Le rovine di Cnosso

Tra le gite in barca, le più belle sono quella per l’isola di Chrissi, a est dell’isola, e quelle che riusciamo ad effettuare noi, all’isola di Elafonissi e all’isola di Balos, nella parte ovest. Tutte stupende, non hanno nulla da invidiare ai colori dei Caraibi e troviamo un mare che non c’è nelle altre zone di Creta, e forse in nessun altro punto della Grecia stessa, per cui vi consiglio di andarci: Creta è un’isola che va girata giornalmente per visitare, ma anche per provare le diverse spiagge, non ve la consiglio se volete solo fare vita di mare davanti al vostro hotel.

Creta
La sabbia rosa nella spiaggia di Elafonissi, si arriva a piedi dalla sponda opposta

Elafonissi è un’isola minuscola di fronte a Creta, a sud-ovest, con la famosa sabbia rosa e si raggiunge a piedi attraverso un piccolo guado di acqua cristallina: non preoccupatevi, l’acqua vi arriverà a metà busto, basta tenere alzate le borse. Il suo nome significa isola dei cervi, che probabilmente la popolavano una volta. Prima di arrivarci, visitiamo nella zona di Topolia una minuscola chiesetta rupestre all’interno di una grotta, arredata completamente all’aperto con icone tra le stalattiti, per arrivarci bisogna salire molti gradini ma è assolutamente da vedere, il luogo è molto spirituale. Ci fermiamo a bere un caffè greco in un tipico locale, sotto al sito. Il proprietario dicono sia sempre in abiti tipici cretesi e anche noi lo troviamo così e facciamo una foto insieme. L’aria sembra rude, ma è molto disponibile e questo lato dei greci mi piace molto.

Creta
L’ affascinante chiesetta rupestre
Creta
Tipico cretese

Proseguiamo per il monastero Chrysoskalitissas, anch’esso costruito su una rocca e con vista mozzafiato, percorrete i 90 gradini e cercate quello d’oro: solo le persone pure di animo lo possono vedere.

La laguna di Balos è la più famosa di Creta, meta irrinunciabile che fa davvero pensare di essere in un’isola caraibica: i colori del mare sono innumerevoli, la sabbia è spiccatamente rosa, l’acqua freschissima.

Creta
Gli splendidi colori della laguna di Balos
Creta
Qui si vede molto bene la sabbia di colore rosa
Creta
Dietro di me la fortezza di Gramvoussa: ci siamo arrampicati sul sentiero fin lassù!
Creta
Laguna di Balos

La raggiungiamo partendo dal porto di Kissamos in barca, dopo una sosta alla fortezza di Gramvoussa, che si trova sulla sommità di quest’isola. Bisogna arrampicarsi per raggiungerla e le stradine sono impervie, ma io ci sono riuscita anche in infradito: quando si tratta di visitare non mi fermo davanti a niente! La vista dalla cima del castello merita la scalata, si domina la laguna di Balos con i suoi mille colori, dove dopo andremo a fare un bel bagno rigenerante.

Creta
Mi arrampico, ne vale la pena!
Creta
La vista dalla cima di Gramvoussa

Ci sono altre bellissime spiagge come quella di Vai, con l’unico palmento naturale presente in Europa o Matala con le grotte che furono abitate in epoca preistorica.

L’ultima escursione è quella alle Gole di Samaria, le più lunghe in Europa, 18 km circa a piedi, partendo dalla cima del monte a 1250 metri per arrivare al mare attraverso panorami stupendi, pinete e la tranquillità della natura, ci si trova all’interno di un parco nazionale con uccelli e piante rari. Camminando si attraversano anche villaggi abbandonati come quello di Samaria e la chiesa di Ossia Maria.

Creta
Si parte all’alba, panorami spettacolari. Sono pronta!
Creta
Inizia la discesa verso il mare, 18 km circa…

Il tragitto è impegnativo ma sono contenta di non essermelo perso! Tra discese, ponticelli, corsi d’acqua e caprette, si arriva alle Porte di ferro, che nel punto più stretto consentono il passaggio di una sola persona alla volta. La gita la effettuiamo il giorno prima della partenza, nonostante il giorno dopo avessimo l’aereo al mattino presto, devo dire che è stato un viaggio più che una vacanza, ma Creta va assolutamente visitata!

Creta
Alle Gole di Samaria
Creta
Simpatici incontri (affamati)
Creta
Siamo quasi arrivati?!
Creta
Le porte di ferro

Creta è molto grande e servirebbero due settimane per poterla girare in lungo e in largo. Noi abbiamo deciso di concentrarci in una settimana nella parte centrale e occidentale dell’isola.  Un’ ultima nota positiva la voglio dedicare al cibo: adoro la cucina greca, in particolare la moussaka, simile alle nostre lasagne come aspetto, è uno sformato di melanzane, carne trita e besciamella al forno, spesso anche con patate. Un altro piatto che amo è il gyros, carne tipo kebab turco ma di maiale, con pane pita, salse e verdure, e gli ottimi souvlaki, spiedini di pollo, manzo o agnello. I dolmades sono foglie di vite ripiene di riso e carne e non dimentichiamo lo yogurt greco, che a me piace con il miele, squisito. Vicino al nostro hotel, siamo spesso andati da Kalamaki. Abbiamo soggiornato al Panorama Hotel, ottima struttura con una bellissima vista dalle camere, come dice il nome. Noi soggiorniamo nella parte denominata Blue.

Creta
Minuscola chiesetta a Creta

Penso si percepisca il mio entusiasmo per una terra che ho subito amato e che giorno dopo giorno mi è entrata dentro. I cretesi si considerano parte di uno stato a sè, anche se Creta fa parte della Grecia,  è un paese così grande e unico, ancora selvaggio, con una ricca storia e loro si considerano orgogliosamente cretesi prima che greci. La Grecia è bellissima e appena posso cerco sempre di tornarci…

Creta
Bellissima acqua a Balos, non esco più!

Un commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.