La Casa Danzante

Due case molto strane a Praga e a Vienna

Di costruzioni particolari, originali, criticate, colorate, stupefacenti ce ne sono in diverse parti del mondo… Voglio mostravene un paio che ho visto io: a me sono piaciute molto e me le sono cercate apposta anche se erano in parti meno turistiche della città.

La prima è la Casa Danzante di Praga, così chiamata perché ricorda la figura di due ballerini che ballano, chiamata anche Ginger e Fred dalla famosa coppia di ballerini che l’ha ispirata. Costruzione moderna dell’architetto Frank Gehry e ampiamente criticata, ancora adesso è divisa tra i cittadini che la amano e quelli che non l’avrebbero voluta.

La casa, affacciata sulla Moldava, vuole essere anche un riscatto al passato un po’ triste di Praga, una sorta di inno alla bellezza, alla gioia di vivere, al futuro e alla modernità. In mezzo ad edifici più antichi, spicca con la sua curva e io da turista, l’ho veramente apprezzata.

La Casa Danzante
La Casa Danzante a Praga

Quello che mi piace di più di Praga, che resta una delle città europee che amo di più, è il suo essere classica, elegante, a volte lugubre, con tantissime chiese e palazzi storici, ma questa casa non mi sembra affatto stoni: porta davvero una ventata di freschezza in una città che non ha sicuramente bisogno di essere al centro dell’attenzione ancora più di quello che è già. La costruzione di questo edificio è durata solo un paio di anni ed è terminata nel 1996.

La Casa Danzante
Particolare della Casa Danzante

L’altra casa che mi ha colpito curiosando su internet e ho voluto visitare, si trova nella città di Vienna e si chiama Hundertwasser, costruita dall’architetto che porta appunto questo cognome.

Hundertwasser
La facciata dell’ Hundertwasser arrivando dalla strada

In realtà, è un complesso di case popolari molto colorato, con marciapiedi che formano piccole montagnole, per l’artista infatti la linea retta non era creativa e cercava di evitare di utilizzarla. Gli edifici sono quindi tutti movimentati e anche il marciapiede che da una parte arriva anche dentro la fontana all’entrata del palazzo.

Hundertwasser
Vicino alla fontana, sono sulla collinetta formata da uno dei marciapiedi ondulati
Hundertwasser
Il marciapiede ondulato arriva fin dentro la fontana e attraversando l’arco grigio si entra negli appartamenti privati

Gli appartamenti, ultimati nel 1985, sono stati creati per le persone meno abbienti della città e l’artista ha voluto infondere un po’ di gioia creandoli coloratissimi e movimentati, ogni terrazzo ha i giardini pensili per portare verde nelle abitazioni e ogni finestra è irregolare, purtroppo non ho le foto degli appartamenti ma vi consiglio di visitare il sito, si possono vedere diverse parti degli interni, soprattutto i bagni sono particolarissimi e ci sono colonne, sculture e scale strane ovunque. Io mi sono comprata un libro direttamente in loco, poiché ovviamente è diventata meta di turisti e nei negozi circostanti si trova di tutto, dalle tazze alle cartoline ricordo.

Hundertwasser
Particolare di una facciata
Hundertwasser
Vi mostro la casa nelle cartoline che ho preso, come vedete è piena di piante sui terrazzi ed è considerata un’oasi verde nella città

Se andate in queste due città vi consiglio di non perdervi queste due case strambe: a Praga la Casa Danzante è in zona abbastanza centrale lungo la Moldava, per cui passeggiando è facile scorgerla ed arrivarci; a Vienna invece la zona dell’ Hundertwasser è a est del centro città, dovrete andarci apposta per vederla. Purtroppo io l’ho vista in una giornata nuvolosa, credo che con il sole i colori vivaci e i giochi di luce della facciata rendano in modo spettacolare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.