Bratislava Slovacchia

Bratislava: graziosa capitale sul Danubio

Bratislava Slovacchia
Panorama di Bratislava dall’UFO

Premessa importante: Bratislava a noi è piaciuta tanto e merita una vacanza a sè. Certamente non è una grande capitale come Parigi, Londra o Madrid, non ci vogliono giorni interi per visitarla, ma non deve essere considerata un ripiego. Sarà anche perchè a noi piace viaggiare con lentezza, visitare con calma e non frettolosamente i monumenti da fuori, per segnare sulla mappa di aver visto 30 cose in un anno. Vogliamo conoscere la realtà del luogo che visitiamo, visitare bene le cose che più ci interessano e magari tornare per approfondire la visita, assaggiare la cucina tipica e passare delle belle serate nei locali caratteristici, conoscere la gente del posto e le loro tradizioni, passeggiare senza meta quasi come se ormai abitassimo in quella città. Ovvio che per fare tutto questo, non si può parlare di uno o due giorni per città… ancora meno per capitali europee ricche di storia o metropoli come New York.

E’ altrettanto vero che non si hanno sempre tempo, soldi o voglia per dedicare settimane intere ad un solo luogo, per questo è bello concentrarci su cosa ci interessa di più ed eventualmente tornare in futuro. Bratislava è una città piccolina, ma noi ce ne siamo innamorati come è accaduto con Cracovia ed Edimburgo! Situata in riva al Danubio, ha un piccolo centro storico medievale ben conservato, completamente pedonale e sorvegliato da un castello con 4 torri angolari in cima alla collina, dal quale si gode di un’ottima vista. Oggi ospita le collezioni del Museo Nazionale Slovacco e nel periodo in cui siamo stati noi (giugno 2017) abbiamo anche potuto assaggiare le specialità del Festival gastronomico slovacco, allestito al di fuori del castello.

Bratislava Slovacchia
Vista panoramica dal Castello di Bratislava, sul ponte con l’UFO

Abbiamo soggiornato nel pieno del centro storico (caratterizzato da strade acciottolate, piazzette e ristorantini) in via Laurinska, all’Art Hotel William.

Da lì si giunge nella piazza principale (Hlavné Namestie), cuore della città: qui svetta il Vecchio Municipio con l’antico orologio e una palla di cannone incastonata nel muro, risalente ai bombardamenti in città da parte di Napoleone; nella piazza si trova anche la fontana di Roland, la prima della città.

Bratislava Slovacchia giugno
La piazza principale di Bratislava con la fontana Roland

L’altra piazza importante della città è dedicata all’omonimo poeta slovacco, Hiviezdoslavovo Namiestie. Il Duomo di San Martino è la più grande chiesa di Bratislava, cattedrale gotica posta sotto al castello, tra le più vecchie della città. Qui furono incoronati svariati Re ungheresi, Beethoven diresse nel 1835 la sua prima Missa Solemnis e sulla torre si trova una copia della corona del re ungherese Stefano, di circa 300 kg.

Le altre chiese più importanti sono quella Francescana con annessi un monastero e due cappelle, la Chiesa di Santa Clara e la particolarissima Chiesa di Santa Elisabetta, detta anche la Chiesa Blu per lo stupendo colore che porta. Noi siamo giunti durante la messa, anche l’interno è totalmente di colore azzurro, dalle mura alle panche.

Bratislava Slovacchia
La Chiesa Blu

Delle 4 porte d’ingresso medievali, solo la più piccola ha resistito fino ai giorni nostri, simbolo di una città che racchiude nel suo piccolo centro storia e romanticismo: la Torre di San Michele, sulla cui cima svetta la statua del Santo e di un Drago. All’interno si trova il Museo delle Armi e dalla cima si gode di un’ottima vista, mentre a terra nel piccolo portico sono indicate le distanze delle principali città del mondo con Bratislava.

Bratislava Slovacchia
Torre di San Michele

Poco dopo si trova la storica pasticceria Konditorei: imperdibile una sosta, sia per gustare le sue prelibatezze, che per godere delle sale affrescate e appena usciti, prendiamo anche un pastrami (sandwich con carpaccio, verdure e salse) in un minuscolo localino situato davanti (Barskde).

Bratislava Slovacchia
La pasticceria Konditorei

Molto caratteristico il Ponte Nuovo, sul quale si trova una torre con il ristorante bar UFO e una piattaforma panoramica con ingresso a pagamento (gratuito per chi mangia al ristorante). Ovviamente noi non ce lo perdiamo all’ora del tramonto, per poi gustare una limonata al timo e una alla lavanda e mirtilli nel bar, godendo del calar della notte sulla splendida Bratislava. Le limonate sono presenti in tutta Bratislava, sono dissetanti e con gusti particolari!

Bratislava Slovacchia
Sulla piattaforma panoramica dell’UFO

Un altro bar ristorante dove siamo stati una sera, con un panorama strepitoso, è lo Sky Bar Lemon Tree, in pieno centro. Un altro punto panoramico, il più alto della città, è il cimitero Slavin, dove si trova anche un monumento dedicato ai caduti sovietici durante la seconda guerra mondiale.

Panorama sul Castello di Bratislava e la Cattedrale di San Martino dallo Sky Bar Lemon Tree

Ma le attrazioni turistiche che più attraggono i visitatori a Bratislava, sono le famose statue in bronzo disseminate per il centro storico, nate per animare le vie dopo il grigiore dell’era comunista: l’idea piacque così tanto agli abitanti, che alla prima ne seguirono presto altre. La più nota, installata nel 1997 è la statua di Cumil, il guardone, che fa capolino da un tombino in piena via Laurinska. Ma ce ne sono molte altre, come il Bell’Ignazio e il soldato napoleonico: se volete una guida approfondita di tutte le statue di Bratislava, con tanto di mappa e storia approfondita per ognuna di esse, ecco l’articolo dedicato!

Bratislava Slovacchia
Nella piazza principale sulla famosa panchina dove si appoggia il soldato napoleonico

Facciamo anche un giro presso il centro commerciale Eurovea, dove ci sono altre statue particolari, negozi e fontane sul Danubio. Più a nord si trova il palazzo Grassalkovich, con la sede del presidente, un bel giardino francese (solo questo è aperto al pubblico) e la Guardia Nazionale. Inoltre, Bratislava è la sede dell’Orchestra Filarmonica Slovacca.

Nel quartiere moderno (Nove Mesto) si trova la Torre della Televisione, che svetta nei suoi 200 metri di altezza, mentre a ovest del castello ci sono lo Zoo, il Giardino Botanico e il Museo dell’acqua. Tra i musei interessanti ricordiamo il Museo di Arte Moderna Danubiana ed il Museo degli Orologi.

La cucina riprende piatti tipici dell’Europa centrale, come il gulash e la schnitzel, ma merita assaggiare i classici gnocchi di patate con formaggio di pecora (bryndzove halusky). Noi li abbiamo gustati in due caratteristici ristorantini slovacchi, dove ritroviamo anche i mitici pierogi (ravioloni ripieni) mangiati in Polonia! Uno è Bratislavska Restauracia, il secondo Bratislavske Mestianske Pivovary.

Bratislava Slovacchia
Halusky, piatto tipico slovacco a base di gnocchetti con formaggio di capra e bacon croccante

Per non farci mancare niente, dedichiamo anche una mattinata alla visita del Castello di Devin raggiungibile con il pullman 29 che parte sotto il Ponte Nuovo, appena dopo la Cattedrale di San Martino: circa 10 km e siamo in uno dei siti archeologici più importanti della Slovacchia. La fortezza, più volte ricostruita e bombardata dall’esercito napoleonico, è arroccata su una rupe abitata fin dalla preistoria, dove confluiscono i due fiumi del Danubio e della Morava. Il luogo è veramente affascinante e nelle sue grotte è ospitata una mostra permanente che illustra la sua storia.

Bratislava Slovacchia
Castello di Devin

 

Bratislava Slovacchia
Scorcio dal Castello di Devin

 

Devin Slovacchia
All’interno del Castello di Devin

Per anni Bratislava è stata utilizzata come tappa di passaggio per visitare Vienna che dista circa 1 ora di treno, visti i prezzi bassi dei voli e degli hotel rispetto alla capitale austriaca. Io però andrei a Vienna qualche giorno e in giornata, visiterei Bratislava viste le sue dimensioni ridotte, non il contrario. Vienna è una capitale importante che non si può visitare in un giorno o due! E Bratislava è talmente graziosa da essere diventata ormai meta di un unico viaggio. Per questo motivo ho preferito dedicare a queste due città, due viaggi diversi, per viverle pienamente.

Bratislava Slovacchia
Tra le vie che portano al Castello di Bratislava

Inoltre, dista 200 km dalla maestosa Budapest e circa 300 dall’incantevole Praga: può essere quindi anche inclusa come tappa di uno spettacolare viaggio nel cuore dell’Europa! Come avrete capito, noi siamo tra i fans di Bratislava, non pensavamo di restarne così colpiti e non escludiamo in futuro, di tornare ancora…

 

Un arrivederci da Cumil il Guardone!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.